Event Marketing Automation: business card? No, grazie.

Set 20, 2018 | eventi, marketing automation, networking | 0 commenti

Photo by Helena Lopes on Pexels

Come può aiutarti un sistema di Marketing Automation prima, durante e dopo la partecipazione della tua azienda a una fiera di settore?

Se sei un’azienda B2B, partecipare a fiere di settore è sempre un’ottima occasione per fare networking e presentare i tuoi prodotti o servizi a un bacino di utenza molto ricettivo. Molto ricettivo sì, perché i professionisti che si recano a un determinato evento stanno cercando te e ciò che offri.

Le fiere sono infatti il luogo perfetto per fare lead generation, poiché danno l’opportunità alla tua impresa di farsi conoscere in un ambiente in cui le persone sono aperte a nuove idee e realmente interessate al tuo business.

Tuttavia, considerando il noleggio dello stand, i flyer pubblicitari e i costi di viaggio, questa tipologia di eventi richiede un dispendio di energie e costi non indifferente. Per questa ragione, ottimizzare al massimo tutte le risorse coinvolte, garantendoti alla fine un ritorno di investimento, diventa fondamentale.

Ecco che entra in gioco la Marketing Automation. Come può aiutarti un sistema di questo tipo prima, durante e dopo l’evento?

 

lead Fase 1: Pre-evento

Prima di partecipare a una fiera, assicurati che i tuoi clienti e prospect sappiano che sarai lì. Invia un’email, quindi, informandoli della tua partecipazione e fornendo loro contatti, collocazione dello stand e indicazioni utili per far sì che ti raggiungano senza troppe difficoltà. Rafforza la tua value proposition e stimola la loro curiosità promettendo omaggi o gadget – che diciamocelo: sono sempre molto apprezzati!

Alcuni prospect non potranno esserci? Nessun problema, offri loro la possibilità di un incontro in separata sede.

Ricorda: il tuo successo dipende tutto dalla preparazione che precede l’evento.

 

lead Fase 2: Evento

L’evento è iniziato e tu hai purtroppo pochissimo tempo per raccogliere una grande quantità di informazioni. Lascia che il tuo software di Marketing Automation faccia la maggior parte del lavoro al posto tuo. Anziché affidarti ai cari vecchi biglietti da visita o form cartacei, raccogli i dati dei partecipanti attraverso un modulo di contatto digitale, come una landing page, che automaticamente li importerà nel tuo CRM. Infine, rendi il tuo stand più interattivo. A seconda del tuo settore, dai alle persone la possibilità di testare il prodotto o il servizio che offri.

 

lead Fase 3: Post-evento

L’evento non finisce al temine della giornata. Anzi, la parte più importante arriva proprio adesso. Cosa fare dei contatti raccolti? Attraverso strategie di lead nurturing costruisci un rapporto di fiducia che li accompagni lungo il funnel di vendita.

  • Invia loro un’email in cui li ringrazi per l’interesse dimotrato fornendo al contempo contenuti extra di loro interesse: una demo, una ricerca di settore pertinente o un’offerta che li inviti a ricontattarti.
  • Prosegui creando due workflow mail, differenziati per chi è venuto all’evento e per chi invece non ha potuto, che descrivano la tua offerta includendo, magari, blog post, case study, white paper e free trial.

Quanti fra questi lead sono diventati clienti della tua azienda? Questo sarà il tuo ROI.

 

Le fiere di settore sono una preziosa occasione per generare nuovi contatti e ampliare il tuo business.

Come abbiamo visto le fiere di settore sono una preziosa occasione per generare nuovi contatti, dal momento che la ragione principale per cui le imprese B2B partecipano a questi eventi è sicuramente il desiderio di ampliare il proprio business. Utilizzando un software di Marketing Automation questo obiettivo è più raggiungibile che mai. La Marketing Automation aiuta i team Sales & Marketing a sfruttare al massimo il potenziale degli eventi offline dando loro gli strumenti necessari per semplificare la comunicazione, coltivare lead e misurare il ROI finale.