fbpx

3 semplici modi per segmentare i contatti in Salesforce Pardot

da | Lug 21, 2020 | marketing automation, Pardot, Salesforce

Segmentare i contatti di un database è un processo laborioso, ma estremamente utile per identificare, classificare e raggruppare prospect e clienti in specifici gruppi basati su caratteristiche comuni, come ad esempio:

  • Zona geografica: città, regione, paese;
  • Dati demografici: professione, dimensione dell’azienda, settore;
  • Azioni: visualizzazione di una pagina specifica, form completato, partecipazione a un evento;
  • Interessi: prodotti, servizi, etc.

Gli utenti devono essere al centro di ogni strategia di email marketing, pertanto segmentare i contatti sulla base di criteri specifici è fondamentale per inviare loro messaggi in linea con i loro interessi. Conoscere con precisione i tuoi prospect e i tuoi clienti ti aiuterà a instaurare un rapporto one-to-one, definendo non solo le preferenze del singolo contatto ma anche anticipandone desideri e bisogni, personalizzando le offerte, migliorando la customer experience e infine generando engagement con i contenuti proposti.

Dopo aver deciso in che modo segmentare i contatti, è necessario scegliere la funzionalità di Salesforce Pardot più adatta ad ottenere ciò che desideri. Ecco tre semplicisime opzioni a tua disposizione:

 

leadFields

In Salesforce Pardot sono presenti due tipologie di campi: default fields e custom fields. I primi ti consentono di raccogliere informazioni primarie (nome, cognome, città, …), mentre i secondi di raccogliere informazioni aggiuntive, personalizzabili da azienda ad azienda, che risultano essere molto utili in fare di segmentazione.

Un esempio di custom field è infatti il campo prodotto. Se inserito all’interno di un form di contatto, l’utente può scegliere, tra le diverse opzioni proposte, a quale prodotto della tua azienda è maggiormente interessato. A seguire, potrai creare liste di contatti che hanno espresso interesse comune per il medesimo prodotto, o servizio, a cui indirizzare comunicazioni specifiche in Engagement Studio.

 

 leadLists

Segmentare il database in più mailing list aumenta il livello di engagement e il numero di conversioni. Lo scopo e l’uso che si vuole fare di queste determinerà la tipologia di lista: statica o dinamica. Utilizza le liste dinamiche (dynamic lists) per segmentare di frequente e in maniera automatica i tuoi contatti!

 

 leadTags

Puoi applicare delle etichette ai prospect, i cosiddetti tag, quando questi interagiscono con i tuoi contenuti oppure quando effettuano specifiche attività, come ad esempio scaricare una brochure, registrarsi a un evento, aprire un’email, etc. In un tag sono raggruppati contenuti simili o contatti che hanno compiuto precedentemente la medesima azione.

 

Questi sono solo alcuni dei tanti modi che puoi utilizzare per segmentare i contatti presenti nel tuo database. È importante definire chi sono le persone che esprimono interesse verso ciò che offri così da poter dialogare correttamente con esse e migliorare di volta in volta la tua strategia in base ai risultati ottenuti.

Photo by Mario Gogh on Unsplash

Vuoi saperne di più su Salesforce Pardot?

Iscriviti al blog!

 

Interessi
Permessi di contatto

Nexus Advanced Technologies userà le informazioni da te fornite in questo form per contattarti e inviarti aggiornamenti sulla base dei tuoi interessi. Spunta le caselle qui sotto per dirci quali comunicazioni ti piacerebbe ricevere:

 

Potrai disiscriverti in qualunque momento cliccando sul link presente in fondo alle nostre email. Per maggiori informazioni, consulta la nostra privacy policy.